Marina di Varazze

La tutela di imbarcazioni, yacht e beni di lusso all’interno del porto turistico


La posizione privilegiata rispetto alle città del Nord Italia e del Centro Europa, è senza dubbio tra i principali punti di forza del porto turistico Marina di Varazze, aperto e attivo tutto l’anno. Oggi è ormai un punto di riferimento per chi intende trascorrere il proprio tempo libero in un ambiente piacevole ed elegante, servito da negozi, ristoranti, bar a pochi passi dal borgo di Varazze.

Lo specchio acqueo all’interno del porto dispone di 800 ampi posti barca per imbarcazioni fino a 35 metri di lunghezza, dove gli armatori possono contare su servizi di qualità e personalizzati.  Il complesso dispone anche di prestigiosi appartamenti, tutti fronte mare, 900 posti auto a servizio dell’intera struttura con colonnine di ricarica per auto elettriche. La presenza di beni di lusso come imbarcazioni e auto di pregio, oltre all’elevato flusso di persone, richiede un adeguato livello di sicurezza.

 

Nuove esigenze

Marina di Varazze aveva la necessità di sostituire un sistema di videosorveglianza completamente analogico che non rispondeva più alle proprie esigenze. E’ stato quindi deciso di investire in un sistema di nuova generazione per migliorare la qualità delle registrazioni e dare agli operatori la possibilità di visualizzare le immagini da remoto.

Il tutto per migliorare la sicurezza del personale addetto alla struttura, degli armatori e dei locali commerciali posti sulla passeggiata del porto stesso. Inoltre vi era la necessità di avere la possibilitá di fornire una chiara ed efficace documentazione alle forze dell’ordine in caso di specifica richiesta.

Il sistema di videosorveglianza doveva essere in grado di proteggere i 232.000 mq. di porto, di cui 144.000 mq. d’acqua, oltre ai negozi, ristoranti, bar, parcheggi, aree pubbliche e appartamenti di lusso all’interno della marina.

 

La scelta tecnologica

Grazie alla relazione di fiducia già esistente e ad una precedente installazione, il team di sicurezza della Marina si è rivolto nuovamente alla XiX di Paolo Laterza per ampliare il progetto già iniziato per la posa di una prima parte di telecamere, la dorsale in fibra ottica e tutte le apparecchiature attive, switch, server e client.

La XiX di Paolo Laterza ha quindi consigliato alla Marina di Varazze di continuare ad investire in telecamere Wisenet Q e Wisenet X data la gamma completa di prodotti e soluzioni di videosorveglianza disponibili e alla possibilità di centralizzare il sistema grazie al VMS Wisenet WAVE.

La prima fase di installazione prevedeva l’installazione di telecamere IP, in particolare 33 telecamere bullet e quattro speed dome. Dopo aver completato questa prima fase, e con l’evoluzione delle esigenze del porto turistico, sono state aggiunte ulteriori telecamere, portando il totale a 67.

 

Una piattaforma di gestione video semplice ed intuitiva

Marina di Varazze ha investito in Wisenet WAVE, il VMS di Hanwha Techwin, per consolidare i feed video provenienti sia dalle telecamere Wisenet che dai dispositivi legacy ancora in uso. In loco è presente una sala di controllo per proteggere e monitorare il porto turistico 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e, grazie a Wisenet WAVE, è ora possibile accedere rapidamente ai filmati per indagare su eventi e persone di interesse. Gli operatori possono trovare con faciltá le riprese e le immagini piú appropriate relative ad un evento ed esportare questi dati per essere consegnati, se necessario, alle forze dell’ordine.

L’interfaccia utente di Wisenet WAVE è semplice ed intuitiva da usare, il che significa che il personale addetto alla sicurezza può essere rapidamente in grado di utilizzare il VMS di Hanwha Techwin. Un potente sistema server-client ne consente la gestione sia in locale che da remoto permettendo al direttore del porto turistico di visualizzare i video live e registrati da remoto.

 

Minimo Impatto Visivo

Le telecamere installate hanno un impatto estetico minimo, integrandosi con l’architettura del porto turistico, progettata dagli architetti italiani Roberto Gabetti, Aimaro Isola e Pietro Venezia. Sono otto gli edifici che si ispirano agli stabilimenti balneari liguri di inizio Novecento, costruiti in legno di iroko e pietra, con tetti in rame anticato. Le telecamere sono installate su pali personalizzati in acciaio inox AISI-316 che ricordano le forme di un’ancora, progettati e realizzati dalla stessa XiX di Paolo Laterza, utilizzando apposite staffe tagliate su misura al laser, quindi discrete e poco invadenti per la clientela.

 

Miglioramenti Immediati della Sicurezza

Il nuovo sistema di videosorveglianza migliora la sicurezza degli ospiti, dei visitatori, del personale che opera nel porto turistico, dei beni materiali e dei locali commerciali. Fornisce inoltre una documentazione chiara ed efficace per le autorità in caso di reato, come l’accesso non autorizzato ai moli e alle imbarcazioni.

Il sistema di videosorveglianza, grazie alla qualità delle immagini fornite dalle telecamere, ha già dimostrato la sua efficacia nel supportare le attività di indagine delle forze dell’ordine oltre a consentire all’Autorità Marittima di ricostruire, a fini assicurativi,  la dinamica di eventi avvenuti sia in acqua che sulle banchine.